Nuovo articolo sulla mia EnoArte sul “South China Morning Post”

Ciao a tutti,

un nuovo articolo dedicato interamente alla mia EnoArte© con un’intervista e un approfondimento sulla mia esperienza a Hong Kong è stato pubblicato ieri sul più prestigioso quotidiano cinese, il South China Morning Post. Non è la prima volta, ma fa sempre piacere. Eccone un paio di immagini:

wine-art Elisabetta Rogai enoarte

Ed ecco l’articolo integrale:

wine-art Elisabetta Rogai enoarte SCMP

Protagonista del “Made in Italy Quality & Lifestyle” festival in Hong Kong

  Print

Siamo pronti per il Made in Italy Quality & Lifestyle festival di giugno!

Ecco le prime foto dell’installazione dei 7 quadri wine-made che abbiamo selezionato per il rinomato Michelin-star ristorante Assaggio.
image (23) image (17) image (4) image (8) image (5)
Ci sara’ anche un menu tutto artistico e particolare che abbina “Arte & Vino” creato dallo chef Marco Furlan apposta per dare risalto alle mie opere.
Print
L’esposizione è parte della joined promotion tra EnoArte e Assaggio – il festival è sponsorizzato dalla Camera del Commercio e varie media-cover locali ad alta tiratura come il South China Morning Post e l’Hong Kong Magazine – dove arte vino e altri prodotti enogastronomici saranno al centro di questo evento annuale di qualità .. tutto all’italiana!
Un’ulteriore chicca: in quest’occasione sono stata nominata uno dei top 3 artisti contemporanei che rappresenteranno l’Italia per la durata del festival durante l’intero mese di giugno, ricco appunto di attività artistiche, gastronomiche, cinematografiche e sopratutto culturali. “Siamo orgogliosi – spiegano gli organizzatori – di avere la presenza di Elisabetta e del suo sempre piu amato Wine on Canvas“.
Print

I dipinti realizzati col vino all’Asian Contemporary Art Show di Hong Kong

Cari amici,
per quattro giorni a Hong Kong si è tenuta la mostra d’arte del circuito internazionale Art Basel, e i miei dipinti “wine-made” erano lì. La fiera è stata organizzata nel bellissimo Marriott hotel (5 stelle) nel centro di Hong Kong, accessibile a tutti e di livello ottimo come qualità sua delle gallerie partecipanti che delle varie opere. La nostra agente Elisa ci confermo che abbiamo avuto moltissimi visitatori, finendo i 400 biglietti da visita che avevamo fatto fare apposta per i miei quadri. “Tutti domandavano, sono stata li la maggior parte del tempo a dare spiegazioni ai visitatori. I Coreani e i Giapponesi sembrano più aperti allo stile di Elisabetta, i fatti loro stessi sono molto creativi e apprezzano altri stili di porsi diversi”. Ecco una serie di immagini della mostra:
image securedownload1 securedownload2 securedownload3 securedownload4 Elisabetta Rogai Hong Kong wine-art wine made paintings enoart

Ultime novità dalla rassegna stampa

Gentili amici,

negli ultimi giorni la mia rassegna stampa internazionale si è arricchita con un interessante servizio dal Vietnam, pubblicato qui:

http://news.dbv.vn/female-artist-painting-with-wine-37936.html 

Di solito non posto sul blog tutti i siti e le riviste (online e offline) che parlano di me e dell’EnoArte, perché mi sembra una pratica piuttosto autoreferenziale. Tuttavia, visto che sta diventando una moda mostrarle come se fossero una novità (tanto per cambiare…) e non riuscire a distinguere un’agenzia di stampa da un articolo – vero – dell’Huffington Post, vorrei ribadire chi all’estero è noto da tempo. Sempre dal Vietnam, ad esempio, questa risale all’anno scorso:

http://ngoisao.net/tin-tuc/chuyen-la/2012/01/nu-hoa-si-ve-tranh-bang-ruou-189002/

Questa invece è dell’aprile 2011, quando noi eravamo già presenti a interessare e incuriosire la stampa:
http://www.fuorilemura.com/2011/04/25/i-dipinti-wine-madeche-invecchiano-col-tempo/
A presto!

Dipingere con il vino all’isola d’Elba, presto sulla “Vita in diretta”

foto (88)

Cari amici,

la performance all’isola d’Elba in seno a ElbaDrink 2013 è stata un successo: sabato pomeriggio ho realizzato un dipinto con il vino dell’isola, davanti alle telecamere della “Vita in Diretta” (che lo manderà in onda molto presto, già la settimana che inizia oggi) e un centinaio di persone. Tra queste, molti appassionati di vino ma anche personaggi legati al mondo dell’enologia: produttori, distributori, selezionatori e persino uno dei massimi esperti europei del “sabrage”, l’arte di aprire le bottiglie di champagne con un colpo di sciabola.

foto (86)

 

Ho preso accordi per ulteriori iniziative da portare avanti nel prossimo futuro, su cui naturalmente vi terrò aggiornati. Le immagini della mia EnoArte© sono state proiettate su un maxi-schermo durante la cena di gala:

foto (94)

e nel corso della serata ho avuto l’occasione di conoscere il giornalista Attilio Romita (Tg1), fresco di nomina come direttore della “Vita in Diretta”, e parlargli dell’arte di dipingere con il vino:

foto (95)

Venerdì EnoArte all’Elba davanti alle telecamere de “La vita in diretta”

Cari amici,

venerdì mi aspetta una sfida interessante ma dal sapore importante: una mia performance animerà la 18° edizione di Elbadrink, una giornata dedicata al bere consapevole e alla competizione tra i migliori barman dell’isola toscana. La kermesse da 18 anni porta all’hotel Hermitage di Portoferraio spettacoli di arte, musica e – va da sé – cocktail a basso contenuto alcolico. La gara di abilità dei barmen dell’Elba rappresenta l’appuntamento top in Italia dal punto di vista tecnico, e da quest’anno allarga il proprio respiro diventando internazionale, per divulgare ancora di più il messaggio sulla sensibilizzazione, dei giovani all’uso moderato dell’alcol. Non a caso i barmen dell’Elba, in accordo con Usl e Polizia stradale, hanno organizzano un concorso di cocktail che consentano di stare nei limiti di sicurezza imposti dal Codice della strada. L’efficacia del cocktail sarà rilevata mediante etilometro (il cosiddetto “palloncino”), terrore dei giovani ma utile per l’educazione a un comportamento equilibrato durante la guida.

Schermata 05-2456427 alle 17.05.02

L’appuntamento è per venerdì 17 maggio con la gara, la performance e la cena di gala: saranno presenti le telecamere di Rai 1 per “La vita in diretta” e numerosi ospiti. Mi troverò a dipingere sotto gli occhi dei giornalisti Attilio Romita (Rai1), Franco Di Mare (Uno Mattina), Maria Concetta Mattei (Tg2), Paolo Di Giannantonio (Tg3), Susanna Galeazzi (Tg5), Giampiero Galeazzi, Osvaldo Bevilacqua, il cantautore Gino Paoli, la presentatrice Rosanna Cancellieri e l’imitatrice Gabriella Germani.
A presto

Elisabetta

 

Firenze, la EnoArte per l’inaugurazione di WineTown

evi1

Cari amici,

l’EnoArte torna a Firenze per una performance live in occasione della prossima edizione di WineTown, il weekend dedicato ai vini che animerà il capoluogo toscano, coniugando degustazioni, spettacolo, musica e cultura. Per due giorni i cortili e i giardini delle grandi dimore storiche fiorentine ospiteranno degustazioni di vino di qualità, performance artistiche e musicali. I concerti si concentreranno a Palazzo Pitti, Bargello e Loggia del Grano, mentre gli spettacoli teatrali nei palazzi che si snodano tra via Tornabuoni, via del Proconsolo e l’Oltrarno.

Ma “WineTown 2013″ avrà anche una degna anteprima: venerdì 16, a partire dalle 18, il Loft (piazza del Carmine 2R) ospiterà la conferenza stampa di partenza e l’inaugurazione. Sono previste una degustazione di vini, che si terrà insieme a una performance live dell’EnoArte, e uno speciale “cooking show” con alcuni importanti chef del territorio. Si degusteranno le “empanadas” colombiane di Arturo Dori, le improvvisazioni dello stellato Marco Stabile, il cornetto con oliva ascolana e crema fritta di Beatrice Segoni, le zuppe di Paolo Gori, i würstel di pollo della Val di Pesa di Natascia Santandrea della Tenda Rossa, le stravaganze di Cristiano Tomei, i sandwich di farro con patè di fegatini e profumi umbri di Paolo Trippini, il toast di lampredotto e foie gras di Andrea Campani e i gelati al vino e al pecorino di Carapina e della gelateria Vivoli.

wt2

Già l’anno scorso avrei dovuto essere presente al WineTown, ma un lutto improvviso me l’ha impedito, allontanandomi da Firenze per qualche giorno. Stavolta la vetrina sarà di quelle importanti: alla performance saranno presenti giornalisti, appassionati, poduttori di vino e i migliori chef della città. L’evento è su invito. Se siete interessati a partecipare, scrivetemi!

A presto,

Elisabetta

Dipingere col vino: ancora sulle “imitazioni”

furto_identita_come_prevenirlo

Una volta ci si limitava a copiare la tecnica, i soggetti, le opere. Poi è arrivato il facsimile della “genesi”, con tanto di riferimento a Dorian Gray e all’invecchiamento. E adesso anche le performance live di EnoArte© vengono replicate. Ci sarebbe da ridere, se non fosse un’azione che ricalca pedissequamente il lavoro altrui.

Essere presi a esempio non ci infastidirebbe, infatti, se non fosse per un dettaglio: far rivivere il mito di Dorian Gray grazie alla pittura col vino è qualcosa che abbiamo fatto noi quasi tre anni fa. Ci sono le prove, chiare ed evidenti, a partire dai numerosi articoli di giornale che proprio in quei termini definiscono l’EnoArte. Le prove sono in questo sito, nella pagina dedicata alla rassegna stampa. Eppure c’è chi continua a insistere sul fatto che l’EnoArte© sia imitazione di qualcos’altro, senza mai fornire uno straccio di elemento di prova. Saremo tutti d’accordo che chi arriva prima è l’inventore, chi arriva dopo è l’imitatore, o no? Cosa viene prima, 2010 o 2013?
I numeri parlano chiaro, tutto il resto è noia.

 ”Può un dipinto invecchiare ed evolvere” è qualcosa che abbiamo scritto, comunicato, divulgato già tre anni fa a livello nazionale. Ritrovare oggi quelle stesse parole in bocca ad altri – con la pretesa di aver scoperto qualcosa di nuovo, oltretutto – è singolare e bizzarro. Un po’ come se oggi pretendessi di essere l’autore di “Guerra e Pace”, in barba al buon senso e all’evidenza dei fatti.
Adesso arrivano anche le performance live. Per gli amanti delle cronache, la prima di Elisabetta Rogai risale alla primavera del 2011. Chissà che oggi – a due anni da quel primo appuntamento – qualcuno non pretenda di essere la prima a dipingere col vino davanti a una platea… ci sarebbe da ridere fino alle lacrime.