Ritratto degli sposi: la EnoArte come regalo di nozze

Cari amici,
finora la mia EnoArte è stata apprezzata in mostre, performance live, esposizioni e appuntamenti enogastronomici e culturali, nonché come premio al concorso “L’Uomo DiVino” a Firenze. Adesso, in attesa di una novità che rivelerò solo last minute, l’arte di dipingere usando il vino al posto dei colori diventa anche un regalo di nozze.

La foto degli sposi - EnoArte

Merito dei genitori, indecisi su cosa regalare a una coppia di sposi. Mi hanno chiesto di fare un ritratto degli sposi, che hanno acquistato e portato in dono alle nozze. Dopo aver ricevuto le fotografie dei promessi, questo è il risultato. Che ve ne pare?

Il quadro degli sposi - EnoArte

 

Ecco come immagino i due sposi, con tanti anni di vita insieme sulle spalle, più “maturi”.

Elisabetta

EnoArte, un lungo weekend a Hong Kong a dipingere col vino

Ecco il racconto di un lungo weekend a Hong Kong a dipingere con il vino

Elisabetta Rogai a Hong Kong per EnoArte

Un lungo fine settimana a dipingere col vino: dal 5 al 9 giugno sono tornata a Hong Kong ospite del Ritz Carlton Hotel – l’albergo più alto del mondo – che ha richiesto tre mie performance live in seno alle iniziative organizzate dalla Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, grazie al prezioso contributo della nostra agente asiatica Elisa Capponi. Il primo giorno ho tenuto una esibizione dell’EnoArte – la tecnica di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori – davanti a una sessantina di ospiti vip: c’erano il console italiano Sarah Negro, il direttore dell’ICC, galleristi (sia italiani che cinesi), appassionati d’arte, giornalisti, esponenti di spicco della comunità italiana a Hong Kong e così via. Nell’occasione ho scelto di dipingere un paesaggio con il vino biodinamico, per la precisione ciò che vedevo dalla mia finestra al 108° piano del Ritz Carlton: sotto di me c’era la baia di Hong Kong, e ho voluto fare omaggio a quel panorama interpretandolo in chiave artistica.

Il disegno della baia di Hong Kong di Elisabetta Rogai per EnoArte

Il secondo giorno è stata la volta delle due performance live al “Tosca“, il ristorante del Ritz Carlton: grazie alle intuizioni dello chef Pino Lavarra e di Francesco Del Gaudio, sia a pranzo che a cena gli avventori del locale – famiglie dell’alta fascia di Hong Kong – hanno potuto assistere a una sessione di EnoArte@ in cui ho dipinto un uomo con un rapace e il ritratto di una ragazza locale, Cheryl.

La performance al La performance al

L’ultimo giorno è stato dedicato alla partecipazione all’Italian Market al “Cyberport”, dove abbiamo dato vita a un innovativo “Visual tasting” (qualcosa mi dice che presto sarà “preso in prestito” come tutto il resto e spacciato per novità…) in cui ho dipinto con il vino in degustazione al banco d’assaggio. Nostri partner dell’iniziativa sono state cinque aziende vinicole, innamorate dell’idea: tre toscane – Tenuta di Artimino, Tenuta di Moriano e azienda agricola Tiberio – una lombarda, la Tenuta Ambrosini della Franciacorta, e una veneta, con Silvia e Marco Sabbadin di “The Wine Selector“. Tanta curiosità, da parte di grandi e piccini, soprattutto cinesi.

L'Italian Market al Cyberport di Hong Kong, dove si è esibita Elisabetta Rogai con l'EnoArte

Il Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong Kong

Le aziende che hanno partecipato al Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong KongIl Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong Kong

Elisabetta Rogai

A Vinitaly la performance live col Castello di Monsanto

foto (61)

Dipingere dal vivo usando il vino al posto dei tradizionali colori, portando l’arte nel cuore pulsante della kermesse veronese: è così che a otto anni dal primo incontro, si rinnova la partnership tra l’artista toscana Elisabetta Rogai e il Castello di Monsanto (www.castellodimonsanto.it). La pittrice – diventata famosa in tutto il mondo proprio per l’intuizione di dipingere usando il vino rosso–si esibirà in una performance live di EnoArte©, la tecnica artistica che consente ai quadri di invecchiare, cambiando letteralmente colore col passare del tempo. L’appuntamento è per domenica 6 aprile nello stand del Castello di Monsanto (padiglione 9, stand D9), a partire dalle ore 12, quando Elisabetta Rogai realizzerà in diretta un dipinto davanti a una folta platea formata da giornalisti, addetti ai lavori, buyer, produttori e “semplici” appassionati di vino.

A far gli onori di casa saranno Laura e Fabrizio Bianchi, titolari dell’azienda di Barberino Val d’Elsa: il vino che hanno scelto per la performance, in accordo con l’artista, è il prodotto di punta dell’azienda, il Chianti Classico “Il Poggio” riserva 2009. “Ho sempre ammirato molto i lavori di Elisabetta – spiega Laura Bianchi – e ad unirci sono due amori, quello per l’arte e quello del vino. Sono certa che sarà in grado di esprimere sulla tela tutte le potenzialità del nostro vino”.

astrid

Il legame tra Elisabetta Rogai e il Castello di Monsanto risale al 2003, quando l’artista venne chiamata a dipingere l’etichetta di “Astrid”, il prodotto dell’azienda barberinese diventato vino ufficiale del semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea. Per la pittrice fiorentina, l’appuntamento col 48° Vinitaly– la quarta edizione che la vede protagonista, ormai – rappresenta l’inizio di un tour de force che la porterà in Italia e all’estero: dopo Verona, infatti, sono previste performance ed esposizioni in Franciacorta (16-18 maggio, Fiera dei Fiori), Lituania (28 maggio – 3 giugno) Hong Kong (4-9 giugno, Festival Made in Italy), Firenze (17-19 giugno, Pitti Uomo) e Assisi (luglio, evento Suono Sacro).

EnoArte & Barone Ricasoli, il duo conquista Hong Kong

Cari amici,

ancora una volta i dipinti “wine-made” sono protagonisti a Hong Kong. Stavolta grazie alla nostra agente Elisa Capponi e a “Il Bel Paese”, che hanno organizzato una serata dedicata al cibo e al vino made in Tuscany. In degustazione i vini dell’azienda Barone Ricasoli, da assaggiare prelibatezze della gastronomia toscana. E da vedere? I miei dipinti, of course.
Ecco una carrellata di immagini

foto 2 (5) foto 1 (5) foto 5 (2) foto 4 (3) foto 3 (4) foto 2 (4) foto 1 (4) foto 5 (1) foto 4 (2) foto 3 (3) foto 2 (3) foto 1 (3) foto 5 foto 4 (1) foto 3 (2) foto 2 (2) foto 1 (2)

Vino e arte: performance live al Forte Belvedere, location top dell’estate fiorentina

Cari amici,

DSC_9726aaa

il 29 luglio c’è stato il debutto al Forte Belvedere per la mia EnoArte©: dal momento che anche a Firenze sempre più persone mi chiedevano di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori, consentendo così ai quadri di invecchiare e cambiare letteralmente colore col passare del tempo, insieme a una serie di partner abbiamo allestito una performance nella location “top” dell’estate fiorentina. DSC_9598aa  DSC_9608aa   DSC_9342aa   DSC_9478aa DSC_9543aa

Sulla terrazza del fortilizio, ho realizzato in diretta un dipinto davanti a una platea di circa 150 invitati d’eccezione. Per me si è trattato della penultima performance live italiana prima di iniziare un tour che mi porterà in giro per il mondo a presentare i dipinti e la tecnica: prima in Grecia (agosto), poi in Serbia (settembre), in Venezuela (novembre) e infine in Asia, dove già sono presenti 17 mie opere.

DSC_9446aa

Organizzata in collaborazione con ChiantiBanca e Once Events, la serata al Forte è stata anche l’occasione per una serie di connubi… di gusto: in degustazione per gli ospiti c’erano i pecorini di Paolo Piacenti (la cui etichetta è ricavata da alcune mie opere), le mozzarelle e i latticini Obikà, i vini – rossi e rosati – dell’azienda “I Balzini” e lo spumante rosé delle Filigare.

DSC_9533aa

DSC_9476aa

DSC_9442aa

La EnoArte in Cantina Antinori per “Melodia del Vino”

Cari amici,
ieri sera ho eseguito una performance live di pittura col vino nella prestigiosa Cantina Antinori di Bargino, di proprietà dei Marchesi Antinori. L’occasione era la prima tappa del festivalMelodia del Vino“, la kermesse italo-francese che fino a metà luglio i migliori pianisti classici di livello mondiale nelle cantine artistiche più importanti della Toscana.
Mi è stato chiesto di realizzare un dipinto “wine-made” il cui tema fosse legato in maniera chiara al mondo della musica, visto che il festival celebra il connubio tra questi due mondi. Il risultato è quello che vedete nelle foto: il tatuaggio della ragazza – un elemento di rottura, rispetto alle mie opere – e le note sullo sfondo che pian piano perdono consistenza fino a diventare acini d’uva. La performance è andata in scena davanti a circa 300 persone, italiane e straniere, e non sono mancate interviste con televisioni e radio.

anti7 anti6 anti5 anti4 anti3

La performance nelle vigne della Cantina Antinori

La performance nelle vigne della Cantina Antinori

Anti1

La prossima performance? Tra qualche giorno, sempre in Toscana, per il festival cultural-gastronomico “Metti un venerdì alla Traiana” Poi ad agosto sono in programma mostre in Sardegna (Porto Cervo) e in Grecia, per un festival dedicato al vino. Vi terrò aggiornati…
Betta

Su “Il Giornale” un articolo dedicato all’EnoArte

Sul “Giornale” di oggi. Ecco la versione online, seguita dalla foto dell’articolo cartaceo… :-)
http://www.ilgiornale.it/news/rogai-pittrice-bacco-che-dipinge-vino-925078.html

Il Giornale, 8 giugno 2013

Il Giornale, 8 giugno 2013

Eccone una versione più grande, per chi volesse leggerlo:
http://www.enoarte.it/wp-content/uploads/2013/06/giornale1-e1370803502919.jpg

A presto

Elisabetta

Protagonista del “Made in Italy Quality & Lifestyle” festival in Hong Kong

  Print

Siamo pronti per il Made in Italy Quality & Lifestyle festival di giugno!

Ecco le prime foto dell’installazione dei 7 quadri wine-made che abbiamo selezionato per il rinomato Michelin-star ristorante Assaggio.
image (23) image (17) image (4) image (8) image (5)
Ci sara’ anche un menu tutto artistico e particolare che abbina “Arte & Vino” creato dallo chef Marco Furlan apposta per dare risalto alle mie opere.
Print
L’esposizione è parte della joined promotion tra EnoArte e Assaggio – il festival è sponsorizzato dalla Camera del Commercio e varie media-cover locali ad alta tiratura come il South China Morning Post e l’Hong Kong Magazine – dove arte vino e altri prodotti enogastronomici saranno al centro di questo evento annuale di qualità .. tutto all’italiana!
Un’ulteriore chicca: in quest’occasione sono stata nominata uno dei top 3 artisti contemporanei che rappresenteranno l’Italia per la durata del festival durante l’intero mese di giugno, ricco appunto di attività artistiche, gastronomiche, cinematografiche e sopratutto culturali. “Siamo orgogliosi – spiegano gli organizzatori – di avere la presenza di Elisabetta e del suo sempre piu amato Wine on Canvas“.
Print