Versilia, oltre 150 ospiti per il vernissage di Elisabetta Rogai

Dal mondo della cultura a quello delle istituzioni, un folto parterre de roi all’inaugurazione della mostra di Elisabetta Rogai alla galleria “Il Forte Antichità e arte contemporanea” a Forte dei Marmi

Elisabetta Rogai by Fabrizio Gaeta

Oltre 150 persone, ieri sera, per il ritorno artistico in Versilia di Elisabetta Rogai, una mostra all’insegna della ricerca intimistica di emozioni e sensazioni. E’ stato un autentico bagno di folla – tra amici, conoscenti, giornalisti, personaggi del jet-set versiliese, del mondo culturale e istituzionale, sia fiorentino che toscano – quello che ha inaugurato la mostra “Archivi di Stato” al Forte dei Marmi. Si tratta di un titolo che gioca sulla semantica: se gli archivi sono in genere intesi come luoghi fisici per conservare libri e documenti, infatti, nel caso dei dipinti della Rogai diventano invece luoghi ideali della memoria, strumenti per riportare alla luce ricordi, convergenze e contiguità spirituali.

Elisabetta Rogai by Fabrizio Gaeta

La mostra andrà avanti fino alla fine di agosto, ma all’appuntamento con il vernissage nessuno ha voluto mancare: alla galleria d’arte “Il Forte Antichità e Arte contemporanea” di Patrizia Grigolini a partire dalle 19 sono arrivati personaggi come la soprintendente del polo museale fiorentino Cristina Acidini, il consigliere regionale Eugenio Giani, l’assessore comunale fiorentino all’urbanistica Elisabetta Meucci, la principessa Giorgia Pacelli, l’avvocato Gaetano Pecorella, i professori Cesare Sirtori e Mario Dini, il collezionista d’arte Fabio Di Michele e numerosi altri, tutti fotografati da Fabrizio Gaeta.

Elisabetta Rogai by Fabrizio Gaeta

L’esposizione, che avviene in contemporanea con quella dello scultore ceco Ivan Theimer, è stata celebrata con il vino “I Balzini Pink Label” di Antonella D’Isanto, i formaggi pecorini “Forme d’arte” di Paolo Piacenti (le cui etichette sono tratte proprio dai quadri della Rogai) e le focaccine ripiene dell’atelier bar versiliese “Viennalvce” parte del gruppo “Nome” di Giacomo Menici.

Per l’artista fiorentina – famosa nel mondo per l’EnoArte, l’intuizione di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori – si è trattato di un ritorno in Versilia, dove negli ultimi anni ha già esposto nelle location più prestigiose, dal chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta fino alla Versiliana. Dopo l’appuntamento estivo, per Elisabetta Rogai si aprirà un periodo di importanti esposizioni, tra cui quella in Palazzo Medici Riccardi a Firenze (dicembre 2014) e al Chiostro del Bramante a Roma (primavera 2015).

Versilia: l’arte di Elisabetta Rogai al Forte dei Marmi

Sabato 9 agosto alle ore 19 il vernissage alla galleria di Patrizia Grigolini, che ospita sei opere della pittrice fiorentina Elisabetta Rogai nella mostra “Archivi di stato”

Elisabetta Rogai

E’ un ritorno in Versilia all’insegna della ricerca intimistica di emozioni e sensazioni, quello che vedrà la pittrice fiorentina Elisabetta Rogai esporre le sue opere al Forte dei Marmi per la mostra “Archivi di stato”. Si tratta di un titolo che gioca sulla semantica: se gli archivi sono in genere intesi come luoghi fisici per conservare libri e documenti, infatti, nel caso dei dipinti della Rogai diventano invece luoghi ideali della memoria, strumenti per riportare alla luce ricordi, convergenze e contiguità spirituali.

La mostra andrà avanti fino alla fine di agosto, ma l’appuntamento con il vernissage è per sabato 9 agosto alla galleria d’arte “Il Forte Antichità e Arte contemporanea” di Patrizia Grigolini: a partire dalle ore 19 sarà inaugurata l’esposizione, che avviene in contemporanea con quella dello scultore ceco Ivan Theimer, alla presenza di circa 150 invitati d’eccellenza, più una componente straniera richiamata dagli hotel della zona. Nell’occasione si brinderà con il vino “I Balzini Pink Label” di Antonella D’Isanto e saranno degustati i formaggi pecorini “Forme d’arte” di Paolo Piacenti (le cui etichette sono tratte proprio dai quadri della Rogai) e le focaccine ripiene dell’atelier bar versiliese “Viennalvce” parte del gruppo “Nome” di Giacomo Menici.

Per l’artista fiorentina – famosa nel mondo per l’EnoArte, l’intuizione di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori – si tratta di un ritorno in Versilia, dove negli ultimi anni ha già esposto nelle location più prestigiose, dal chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta fino alla Versiliana. Dopo l’appuntamento estivo, per Elisabetta Rogai si aprirà un periodo di importanti esposizioni, tra cui quella in Palazzo Medici Riccardi a Firenze (dicembre 2014) e al Chiostro del Bramante a Roma (primavera 2015).

EnoArte, un lungo weekend a Hong Kong a dipingere col vino

Ecco il racconto di un lungo weekend a Hong Kong a dipingere con il vino

Elisabetta Rogai a Hong Kong per EnoArte

Un lungo fine settimana a dipingere col vino: dal 5 al 9 giugno sono tornata a Hong Kong ospite del Ritz Carlton Hotel – l’albergo più alto del mondo – che ha richiesto tre mie performance live in seno alle iniziative organizzate dalla Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, grazie al prezioso contributo della nostra agente asiatica Elisa Capponi. Il primo giorno ho tenuto una esibizione dell’EnoArte – la tecnica di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori – davanti a una sessantina di ospiti vip: c’erano il console italiano Sarah Negro, il direttore dell’ICC, galleristi (sia italiani che cinesi), appassionati d’arte, giornalisti, esponenti di spicco della comunità italiana a Hong Kong e così via. Nell’occasione ho scelto di dipingere un paesaggio con il vino biodinamico, per la precisione ciò che vedevo dalla mia finestra al 108° piano del Ritz Carlton: sotto di me c’era la baia di Hong Kong, e ho voluto fare omaggio a quel panorama interpretandolo in chiave artistica.

Il disegno della baia di Hong Kong di Elisabetta Rogai per EnoArte

Il secondo giorno è stata la volta delle due performance live al “Tosca“, il ristorante del Ritz Carlton: grazie alle intuizioni dello chef Pino Lavarra e di Francesco Del Gaudio, sia a pranzo che a cena gli avventori del locale – famiglie dell’alta fascia di Hong Kong – hanno potuto assistere a una sessione di EnoArte@ in cui ho dipinto un uomo con un rapace e il ritratto di una ragazza locale, Cheryl.

La performance al La performance al

L’ultimo giorno è stato dedicato alla partecipazione all’Italian Market al “Cyberport”, dove abbiamo dato vita a un innovativo “Visual tasting” (qualcosa mi dice che presto sarà “preso in prestito” come tutto il resto e spacciato per novità…) in cui ho dipinto con il vino in degustazione al banco d’assaggio. Nostri partner dell’iniziativa sono state cinque aziende vinicole, innamorate dell’idea: tre toscane – Tenuta di Artimino, Tenuta di Moriano e azienda agricola Tiberio – una lombarda, la Tenuta Ambrosini della Franciacorta, e una veneta, con Silvia e Marco Sabbadin di “The Wine Selector“. Tanta curiosità, da parte di grandi e piccini, soprattutto cinesi.

L'Italian Market al Cyberport di Hong Kong, dove si è esibita Elisabetta Rogai con l'EnoArte

Il Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong Kong

Le aziende che hanno partecipato al Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong KongIl Visual Tasting di Elisabetta Rogai al Cyberport di Hong Kong

Elisabetta Rogai

EnoArte & Barone Ricasoli, il duo conquista Hong Kong

Cari amici,

ancora una volta i dipinti “wine-made” sono protagonisti a Hong Kong. Stavolta grazie alla nostra agente Elisa Capponi e a “Il Bel Paese”, che hanno organizzato una serata dedicata al cibo e al vino made in Tuscany. In degustazione i vini dell’azienda Barone Ricasoli, da assaggiare prelibatezze della gastronomia toscana. E da vedere? I miei dipinti, of course.
Ecco una carrellata di immagini

foto 2 (5) foto 1 (5) foto 5 (2) foto 4 (3) foto 3 (4) foto 2 (4) foto 1 (4) foto 5 (1) foto 4 (2) foto 3 (3) foto 2 (3) foto 1 (3) foto 5 foto 4 (1) foto 3 (2) foto 2 (2) foto 1 (2)

L’EnoArte di Elisabetta Rogai debutta al Forte Belvedere

Elisabetta Rogai

Debutto al Forte Belvedere per la pittrice fiorentina Elisabetta Rogai: lunedì 29 luglio l’artista fiorentina – diventata famosa in tutto il mondo per l’intuizione di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori – si esibirà nella location “top” dell’estate fiorentina in una performance live di EnoArte©, la tecnica artistica che consente ai quadri di invecchiare, cambiando letteralmente colore col passare del tempo.

Schermata 07-2456502 alle 16.06.41

Sulla terrazza del fortilizio, a partire dalle ore 19 la pittrice realizzerà in diretta un dipinto davanti a una platea di circa 200 invitati d’eccezione. Per Elisabetta Rogai si tratta dell’ultima performance live italiana prima di iniziare un tour che la porterà in giro per il mondo a presentare i suoi dipinti e la sua tecnica: prima in Grecia (agosto), poi in Serbia (settembre), in Venezuela (ottobre) e infine in Asia, dove già sono presenti 17 sue opere.

Organizzata in collaborazione con ChiantiBanca e Once Events, la serata al Forte sarà anche l’occasione per una serie di connubi… di gusto: in degustazione per gli ospiti ci saranno i pecorini di Paolo Piacenti (la cui etichetta è ricavata da alcune opere di Elisabetta Rogai), le mozzarelle e i latticini Obikà, i vini – rossi e rosati – dell’azienda “I Balzini” e lo spumante rosé delle Filigare.

I dipinti realizzati col vino all’Asian Contemporary Art Show di Hong Kong

Cari amici,
per quattro giorni a Hong Kong si è tenuta la mostra d’arte del circuito internazionale Art Basel, e i miei dipinti “wine-made” erano lì. La fiera è stata organizzata nel bellissimo Marriott hotel (5 stelle) nel centro di Hong Kong, accessibile a tutti e di livello ottimo come qualità sua delle gallerie partecipanti che delle varie opere. La nostra agente Elisa ci confermo che abbiamo avuto moltissimi visitatori, finendo i 400 biglietti da visita che avevamo fatto fare apposta per i miei quadri. “Tutti domandavano, sono stata li la maggior parte del tempo a dare spiegazioni ai visitatori. I Coreani e i Giapponesi sembrano più aperti allo stile di Elisabetta, i fatti loro stessi sono molto creativi e apprezzano altri stili di porsi diversi”. Ecco una serie di immagini della mostra:
image securedownload1 securedownload2 securedownload3 securedownload4 Elisabetta Rogai Hong Kong wine-art wine made paintings enoart

Hong Kong premiere’s photogallery

Dear friends,

here you can find a small photogallery about my asian premiere, at Art Supermarket in Hong Kong. Thanks to mr. Micheal Manzardo, gallery’s owner, and to my friend (and asian agent) Elisa Capponi with her husband Ed.

Enjoy!

My agent Elisa and her husband Ed show my wine-made paintings

My agent Elisa and her husband Ed show my wine-made paintings

People outside the Art Supermarket

People outside the Art Supermarket

EnoArte Hong Kong premierephoto 4 copia 3 EnoArte Hong Kong premiere

Some girls look at my wine-made paintings brochure

Some girls look at my wine-made paintings brochure

EnoArte Hong Kong premiere

People staring in front of my wine-made paintings

People staring in front of my wine-made paintings

EnoArte Hong Kong premiereEnoArte Hong Kong premiereEnoArte Hong Kong premiere

Elisa Capponi shows wine-made paintings to some art lover

Elisa Capponi shows wine-made paintings to some art lover

 

EnoArte Hong Kong premiere

The Art Supermarket, the gallery that host my wine-made paintings

The Art Supermarket, the gallery that host my wine-made paintings

 

EnoArte Hong Kong premiere

Italian food & wine to celebrate my wine-made paintings

Italian food & wine to celebrate my wine-made paintings

 

 

 

EnoArte alla Vogue Fashion Night Out – Roma, 18 settembre

Cari amici,

il 18 settembre ho animato la serata della Vogue Fashino Night Out a Roma, presso la boutique Christofle. L’appuntamento, voluto da Gabriela Ciacci, ha portato nello store di via Bocca di Leone (zona via Condotti, nel cuore della movida romana) decine e decine di persone per una performance di EnoArte, la pittura con il vino. Per l’occasione, ho dipinto un quadro – “Seduzione” – con il vino rosso dell’azienda marchigiana Nicodemi. Tra gli ospiti della serata, anche Santo Versace.

Ecco una serie di immagini da quella sera: