Performance dal vivo

Elisabetta Rogai è l’ideatrice della EnoArte© (www.enoarte.it), tecnica artistica che consente di dipingere utilizzando il vino al posto dei tradizionali colori, in un modo decisamente diverso da ogni tentativo finora provato. In questo modo, il vino invecchia letteralmente sulla tela, un po’ come succedeva al Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde. Negli ultimi due anni questa novità ha riscosso l’interesse della stampa mondiale (qui) ha fatto sí che l’artista venisse chiamata a esporre e tenere performance dal vivo (qui) a Los Angeles, Hong Kong e in diverse altre location italiane.
All’estero siamo famosi per l’arte, il vino e la Toscana, e l’EnoArte© racchiude in sé tutti questi aspetti. L’interesse internazionale per Elisabetta Rogai è giustificato dal fatto che le sue opere uniscono diversi aspetti del made in Italy, presentati in un modo fuori dagli schemi e lontano da ogni stereotipo. L’esperienza vissuta finora in Italia e all’estero mi dà motivo di ritenere che le performance dal vivo di EnoArte© – in cui lei dipinge sotto gli occhi di una platea, che alla fine viene invitata ad annusare il dipinto e verificare che profuma fortemente di vino – possano essere uno strumento interessante di promozione per tutto l’indotto legato al made in Tuscany di alta qualità.

Le performance live di Elisabetta Rogai sono uno strumento di marketing del vino unico nel suo genere, in grado di dare notevole visibilità al brand in un modo assolutamente fuori dagli stereotipi. L’evento riguarda i dipinti “wine-made”, realizzati utilizzando il vino – in questo caso il vino delle aziende coinvolte – come materia prima, e consiste nella realizzazione di un dipinto sotto gli occhi di una platea che potrà interagire con l’artista.

I VANTAGGI PER L’AZIENDA:
Per il produttore vinicolo si tratta di un sistema promozionale di sicuro impatto, e a costi contenuti: in occasione di eventi dalla spiccata connotazione culturale, la cantina potrà far degustare ai presenti i propri vini e mostrare che sono anche talmente versatili da essere usati per dipingere. Inoltre, se l’azienda fosse interessata ad acquistare il dipinto, l’artista è disponibile a concordare un soggetto specifico. Naturalmente, sul retro del dipinto verrà apposta una nota in cui si certifica la provenienza e l’annata del vino stesso, una sorta di expertise.

L’ARTISTA
Pittrice nota a livello nazionale, è l’deatrice della tecnica pittoria chiamata “EnoArte”, che consiste nell’utilizzare il vino, che dunque invecchia sulla tela proprio come Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde. Col passare del tempo il soggetto del dipinto passa da colori “giovani” a toni più tipici dei vini “maturi”. Negli ultimi due anni la notizia dell’EnoArte di Elisabetta Rogai è stata oggetto di articoli e approfondimenti da parte di numerosi siti di informazione e di opinione in tutto il mondo (incluso il Times di Londra, l’Huffington Post, il Daily Mail, il South China Morning Post).

Lascia un Commento