A Vinitaly la performance live col Castello di Monsanto

foto (61)

Dipingere dal vivo usando il vino al posto dei tradizionali colori, portando l’arte nel cuore pulsante della kermesse veronese: è così che a otto anni dal primo incontro, si rinnova la partnership tra l’artista toscana Elisabetta Rogai e il Castello di Monsanto (www.castellodimonsanto.it). La pittrice – diventata famosa in tutto il mondo proprio per l’intuizione di dipingere usando il vino rosso–si esibirà in una performance live di EnoArte©, la tecnica artistica che consente ai quadri di invecchiare, cambiando letteralmente colore col passare del tempo. L’appuntamento è per domenica 6 aprile nello stand del Castello di Monsanto (padiglione 9, stand D9), a partire dalle ore 12, quando Elisabetta Rogai realizzerà in diretta un dipinto davanti a una folta platea formata da giornalisti, addetti ai lavori, buyer, produttori e “semplici” appassionati di vino.

A far gli onori di casa saranno Laura e Fabrizio Bianchi, titolari dell’azienda di Barberino Val d’Elsa: il vino che hanno scelto per la performance, in accordo con l’artista, è il prodotto di punta dell’azienda, il Chianti Classico “Il Poggio” riserva 2009. “Ho sempre ammirato molto i lavori di Elisabetta – spiega Laura Bianchi – e ad unirci sono due amori, quello per l’arte e quello del vino. Sono certa che sarà in grado di esprimere sulla tela tutte le potenzialità del nostro vino”.

astrid

Il legame tra Elisabetta Rogai e il Castello di Monsanto risale al 2003, quando l’artista venne chiamata a dipingere l’etichetta di “Astrid”, il prodotto dell’azienda barberinese diventato vino ufficiale del semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea. Per la pittrice fiorentina, l’appuntamento col 48° Vinitaly– la quarta edizione che la vede protagonista, ormai – rappresenta l’inizio di un tour de force che la porterà in Italia e all’estero: dopo Verona, infatti, sono previste performance ed esposizioni in Franciacorta (16-18 maggio, Fiera dei Fiori), Lituania (28 maggio – 3 giugno) Hong Kong (4-9 giugno, Festival Made in Italy), Firenze (17-19 giugno, Pitti Uomo) e Assisi (luglio, evento Suono Sacro).

L’EnoArte debutta sulle parole crociate

Cari amici,
questa non me l’aspettavo, ma è stata una gradevole sorpresa: una rivista di enigmistica e parole crociate ha dedicato uno spazio, tra un cruciverba e l’altro, alla mia EnoArte. Nella rubrica destinata alle curiosità dal mondo, ha raccontato della mia tecnica per dipingere usando il vino al posto dei colori. Buona lettura
foto 3 foto2

Elisabetta

Elisabetta Rogai a Hong Kong (di nuovo) per il Wine Fair / aggiornamento

Cari amici,

si torna a Hong Kong. Dopo essere già stata ospite dello Tsim Sha Tsui Center nel novembre scorso, e dopo che i 16 miei dipinti sono rimasti in una prestigiosa galleria per un anno intero, adesso il cerchio si chiude. Tre mie opere saranno esposte al Wine & Spirits Fair, in programma dal 7 al 9 novembre all’Exhibition Center, nello stand della Italian Food Partner. Sarà un’occasione preziosa, per la nostra agente asiatica Elisa, di mostrare una volta di più le opere wine-made (quelle vere, le prime) a un pubblico estremamente motivato e legato al mondo del vino.

Nostro partner in questa seconda tornata asiatica è la rivista Drink Guide Magazine, che ha voluto dedicare un ampio servizio sulle opere realizzate con il vino.

HKDG1

Cari saluti

Elisabetta

Ps: Un paio di dettagli, scontati per tutti tranne che per qualcuno il cui senso del ridicolo tocca ogni volta picchi inauditi. La mia presenza al Wine Fair di Hong Kong è stata pianificata diversi mesi fa, e se c’è qualcuno che ritiene di aver scoperto l’acqua calda sbarcando a Hong Kong (per iniziative peraltro slegate dal mondo vinicolo), si ricordi che nel novembre 2012 ero già lì. E tanto per ribadire una volta ancora dove sta di casa la primogenitura, l’idea di accompagnare i miei dipinti con i profumi al vino è qualcosa che abbiamo già fatto, a metà ottobre, a Firenze. Si sa… follow the leader. Anche un anno dopo.

Pps: finora pensavo a un po’ di disattenzione, ora la malafede è palese. Questa foto è abbastanza esplicita, per i tuoi due neuroni? Risale al novembre 2012, ed EVIDENTEMENTE ero fisicamente a Hong Kong. Segui un consiglio, affronta la realtà.
foto (3)Wine in China: two models with a Rogai's winemade painting

I dipinti realizzati col vino all’Asian Contemporary Art Show di Hong Kong

Cari amici,
per quattro giorni a Hong Kong si è tenuta la mostra d’arte del circuito internazionale Art Basel, e i miei dipinti “wine-made” erano lì. La fiera è stata organizzata nel bellissimo Marriott hotel (5 stelle) nel centro di Hong Kong, accessibile a tutti e di livello ottimo come qualità sua delle gallerie partecipanti che delle varie opere. La nostra agente Elisa ci confermo che abbiamo avuto moltissimi visitatori, finendo i 400 biglietti da visita che avevamo fatto fare apposta per i miei quadri. “Tutti domandavano, sono stata li la maggior parte del tempo a dare spiegazioni ai visitatori. I Coreani e i Giapponesi sembrano più aperti allo stile di Elisabetta, i fatti loro stessi sono molto creativi e apprezzano altri stili di porsi diversi”. Ecco una serie di immagini della mostra:
image securedownload1 securedownload2 securedownload3 securedownload4 Elisabetta Rogai Hong Kong wine-art wine made paintings enoart

La EnoArte © arriva in Giappone, sulla rivista Keizai

Schermata 04-2456399 alle 18.41.19

Cari amici,
un articolo sulla mia EnoArte© è stato pubblicato dalla rivista Keizai, magazine a livello internazionale con distribuzione in tutte le città del Giappone più una nicchia in Hong Kong per i giapponesi che vivono lì. Non male, vero?
Buona lettura:
http://hongkong.keizai.biz/headline.php?id=20
———–

Dear friends,
an article about my EnoArt© has been published by international magazine “Keizai”, distributed in all Japan cities, plus the Japanese community living in Hong Kong. Not bad, isn’t it?
Good reading:
http://hongkong.keizai.biz/headline.php?id=20

Wine paintings: video con l’intervista per la tv svizzera

wineart, winepainting, elisabetta rogai, enoarte

Cari amici

qualche tempo fa un gruppo editoriale svizzero ha dedicato un servizio alla mia EnoArte©, dal titolo “Chiaroscuri e tonalità vinose”: la giornalista e due cameraman sono venuti fino a Firenze per intervistarmi. Ecco il video… buona visione!

http://www.cooperazione.ch/index.cfm?id=46373

EnoArte © a Milano: ecco la locandina!

Cari amici,

domenica 14 aprile sarò a Milano per mostrare l’arte di dipingere con il vino in seno alla manifestazione “Porta Venezia in Design“, nell’ambito della Settimana del Design. Quello incentrato su Porta Venezia è il circuito “fuori salone” di Milano, che unisce design e arte all’architettura Liberty oltre al nuovo percorso dedicato al food&wine di qualità. Ed è proprio qui che entra in gioco l’EnoArte ©: in accordo con la prestigiosa enoteca Hic 2.0 – una delle strutture che meglio ha saputo cogliere lo stretto rapporto tra il mondo del vino e quello dell’arte – domenica 14 aprile, nel pomeriggio, si terrà una mia performance live.
Ecco la locandina, vi aspetto!

loca Milano_jpg

 

Se invece volete scaricarla (magari per stamparla e/o distribuirla) Loca Milano_pdf

EnoArte in scena a Milano per “Porta Venezia in Design”

evi

Cari amici,

non lo nego, è una settimana ricca di impegni. Oggi sono a Verona per la performance di EnoArte© nello stand del Consorzio del Chianti Colli Fiorentini, domenica prossima invece sarò a Milano per mostrare l’arte di dipingere con il vino in seno alla manifestazione “Porta Venezia in Design”, nell’ambito della Settimana del Design. Quello incentrato su Porta Venezia è il circuito “fuori salone” di Milano, che unisce design e arte all’architettura Liberty oltre al nuovo percorso dedicato al food&wine di qualità. Ed è proprio qui che entra in gioco l’EnoArte©: in accordo con la prestigiosa enoteca Hic 2.0 - una delle strutture che meglio ha saputo cogliere lo stretto rapporto tra il mondo del vino e quello dell’arte – domenica 14 aprile, nel pomeriggio, si terrà una mia performance live.

Devo ancora scegliere con quale vino effettuare la performance, ma sono certa che la visita di oggi al Vinitaly mi darà solo l’imbarazzo della scelta. Dopo l’evento per la Fashion Night Out di Vogue lo scorso autunno a Roma, insomma, l’EnoArte© torna a solcare le scene dei grandi appuntamenti dedicati alla moda e al design. Il circuito unisce la contemporaneità del design e dell’arte all’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di cui è particolarmente ricca questa zona della città, per renderla maggiormente nota ai cittadini e agli ospiti stranieri che visitano Milano durante la design week. Un circuito ‘a tre’: showroom, negozi e aziende che espongono le novità di design e arte e un focus culturale incentrato sul Liberty. Si aggiunge quest’anno il percorso food&wine grazie alla collaborazione della Condotta Slow Food® Milano e del Progetto Nutrire Milano, che consentirà ai visitatori di degustare un’ampia varietà di prodotti e vini del territorio lombardo.

Vi aspetto domenica a Milano!
Betta